Giornale Metal

martedì 20 dicembre 2016

Greg Lake ricordato da Struttura & Forma nel nuovo Album "One Of Us"

L’inizio del 2017 prevede l’uscita dell'album "One Of Us", con la produzione e la partecipazione al mellotron di Beppe Crovella (Elctromantic Music) e la distribuzione di SELF e Ma.Ra.Cash. All’interno del disco è stato inserito un brano che profuma di dedica in questo triste momento per il rock mondiale, “Lucky Man”, progettato a inizio estate, e in quel momento la speranza di Franco Frassinetti e soci era quella di poter fare arrivare a Greg Lake l’omaggio musicale, ignari della sua malattia, nota solo al suo entourage.

Racconta Frassinetti, cofondatore del gruppo:

“La versione che abbiamo realizzato io e Beppe Crovella risale a luglio, quando lanciai la proposta di inserire "Lucky Man" nel disco che stava prendendo forma; ovviamente non sapevo che Greg stesse male;  l’idea base era che il brano era parte della storia del prog e non solo, e quindi era particolarmente adatto al nostro progetto. Ci abbiamo lavorato, inserendo anche delle parti inedite. Siamo molto dispiaciuti di non potergli fare pervenire la nostra interpretazione in modo… reale, ma siamo sicuri che in qualche modo il nostro pensiero gli arriverà e siamo certi che la sua musica continuerà a vivere e a influenzare le generazioni future. Ciao Greg, e grazie per aver caratterizzato la nostra esistenza artistica!”.

Come precedentemente anticipato, ignari dello stato di salute di Greg Lake, la Struttura & Forma avrebbe voluto fargli pervenire la propria interpretazione di "Lucky Man" con una nuova versione "ampliata", un nuovo arrangiamento e con nuove parti strumentali, al momento della pubblicazione, ma il destino ha fatto il proprio corso. L'idea è nata lo scorso luglio con l'intento esclusivo di dare lustro ad uno dei brani di maggiore spessore della storia facente parte il prog rock. Greg Lake per la cronaca, (Laurea Honoris Causa dal Conservatorio di Piacenza) scrisse Lucky Man all'eta' di 12 anni.