ANSA

Giornale Metal

Cerca nel blog

sabato 17 maggio 2014

Sitra's Monolith, la biografia

Fabrizio Zambuto (Bergamo, 20 Dicembre 1986), inizia lo studio della chitarra all’età di sette anni. Viene ammesso al conservatorio di Bergamo (Istituto superiore di studi musicali Gaetano Donizetti) tre anni dopo, conseguendo poi il diploma nel 2006 e la laurea specialistica nel 2009, sotto la prestigiosa guida del Maestro Giorgio Oltremari. Contemporaneamente si dedica allo studio della chitarra elettrica, percorso che lo porterà ad esibirsi in svariati eventi nell’ambito del circuito live orobico ed ad avviare una proficua attività di registrazione, ottenendo importanti risultati (tra questi la registrazione dell’inno calcistico dell’A.C. Monza Brianza). L’attività concertistica, classica e non, lo porta a partecipare ad iniziative prestigiose come, ad esempio, “Bergamo Jazz By Night 2007” e “Artisti per Telethon 2010”; nonché la partecipazione al concorso internazionale “Yamaha Six String Theory Competition”, ideato dal celebre chitarrista Lee Ritenour e sostenuto da Yamaha: dopo la selezione, Fabrizio viene invitato a sostenere le finali della categoria Rock sul palco del “National Guitar Workshop” di Los Angeles (CA) dove ottiene il primo posto e la vittoria nella categoria. In seguito viene invitato nuovamente negli Stati Uniti per partecipare alla competizione tra i vincitori delle varie categorie, come rappresentante mondiale della sezione Rock.
Durante questo periodo ha l’occasione di confrontarsi con vari artisti di livello internazionale tra cui Lee Ritenour, Joe Bonamassa, Steve Lukather, Dave Martone e di suonare dal vivo al “Bigfork Center of Performing arts” (MT) con musicisti quali ad esempio Dave Weckl e Melvin Lee Davis. Nel 2012 l’incontro con il bassista Michele Mora e il batterista Manuel Togni (Kee Marcello, Uli Jon Roth, Stu Hamm, Ule Ritgen), porta alla nascita di un progetto musicale dal nome “Sitra’s Monolith” in stile Rock con il quale i tre musicisti si esibiscono in svariati locali di musica dal vivo del nord Italia con un immediato riscontro di pubblico, fino a che nel 2013 entrano in studio di registrazione per dare alla luce il primo disco composto interamente di brani originali.